Rivestimenti per piscine interrate

 Negli ultimi anni sta prendendo piede, sempre più spesso, la tendenza a rivestire la propria piscina, che sia interrata o esterna, in modo personalizzato.

RIVESTIMENTI PER PISCINE INTERRATE

Il rivestimento di una piscina consiste nel ricoprire di alcuni specifici materiali la struttura della piscina sia per personalizzarla che per proteggerla.

In questo specifico caso parleremo dei rivestimenti per le piscine interrate. Questo tipo di rivestimento ha, sì, una funzione estetica, ma principalmente e soprattutto, essendo un elemento che entra in contatto con l’acqua, è un elemento tecnico.

La funzione principale è, infatti, quella di rendere impermeabile il fondo e le pareti della piscina, ma non meno importante è la funzione estetica del telo, che grazie a materiali e colori altamente innovativi è in grado di rivestire e decorare qualsiasi tipologia di piscina interrata.

Esistono numerose alternative per rivestire una piscina interrata, vediamo le più utilizzate…

 

Rivestimenti piscina interrata

Il rivestimento di una piscina contribuisce alla sicurezza e all’igiene della piscina, oltre che alla sua protezione e quindi durata nel tempo.

Per una piscina interrata esistono vari materiali adatti per questo tipo di obiettivi:

-          Pvc: oltre ad essere il materiale più diffuso per i rivestimenti, è anche quello più economico e che si adatta di più in termini di estetica. Il pvc si adatta a qualunque forma e dimensione, per questo viene spesso utilizzato negli impianti pubblici o nelle piscine di grandi dimensioni.

È molto robusto e facile da pulire, oltre ad essere anche personalizzabile.

-          Ceramica: materiale molto apprezzato sia per la sua resistenza che per le possibilità che offre a livello di forme e colori.

A differenza del pvc richiede tempi di installazione più lunghi e costi più elevati, ma è anche più resistente, infatti risulta molto difficile da graffiare, e dura molto di più nel tempo.

La ceramica è immune all’aggressione di alghe ed altri microorganismi che una volta formatisi in acqua, hanno difficoltà ad ancorarsi sulle pareti della piscina, per questo rimane un prodotto di prima scelta.

-          Mosaico: questo tipo di rivestimento risulta essere uno dei più lussuosi ed eleganti nell’ambito delle piscine.

Il materiale delle tessere può variare (smaltate, vetrificate, ecc..) e sono, come la ceramica, molto resistenti nel tempo.

Le tessere vengono assemblate inizialmente in grandi fogli che poi aderiranno alle pareti della piscina.

-          Pietra naturale: è una novità degli ultimi anni e risponde all’esigenza di armonizzare la piscina con l’ambiente naturale, nel caso in cui si possieda un giardino abbastanza grande ad esempio.

Il rischio di chi utilizza la pietra naturale è che questa diventi scivolosa, per questo vengono utilizzate pietre porose come la quarzite o l’ardesia.

 

 

Abbiamo visto quali sono i materiali migliori per i rivestimenti interni per le piscine interrate.

Le caratteristiche essenziali dei rivestimenti sono: resistenza, facile da pulire e personalizzazione. Solo così potrai costruire la piscina dei tuoi sogni. 

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre