Filtro a sabbia per piscina

Il sistema di filtraggio è il cuore della pulizia della tua piscina, conoscerlo a fondo è indispensabile ai fini di una cura precisa e per garantire una balneazione sicura. Una piscina igienica e disinfettata è la base per rilassarsi con la propria famiglia senza molte preoccupazioni durante la stagione estiva: diventa perciò fondamentale conoscere i modi per poterla tenere al meglio(?) attraverso un adeguato sistema di filtrazione.

Esistono due tipologie distinte di filtri per piscina: le pompe filtro a sabbia e i filtri a cartuccia.

La pompa filtro a sabbia è consigliata in quanto è adatta per tutti i tipi di piscina, anche di grandi dimensioni. Il suo funzionamento è molto semplice e sfrutta l’elettrostaticità della sabbia.
Inoltre, offre una filtrazione più duratura, una portata maggiore e tempi di filtraggio minori, rispetto ai filtri a cartuccia.

Pompa filtro a sabbia: come funziona

 

 

La pompa filtro a sabbia permette un processo di depurazione dell’acqua mediante il passaggio del fluido attraverso un filtro costituito da un letto di sabbia.

Difatti, si tratta di un contenitore cilindrico all’interno del quale si inserisce la sabbia stessa. L’acqua della piscina viene prelevata tramite un adeguato sistema di tubazioni che partono da strumenti che possono essere già visibili all’interno della piscina, come gli skimmer, e arrivano fino alla parte superiore del filtro. Una volta fatto questo, attraversa tutto lo strato filtrante, elimina le particelle sospese e si ripulisce. Il materiale organico rimarrà bloccato dentro il filtro a sabbia mentre l’acqua potrà tornare in vasca limpida e purificata.

Ogni filtro è dotato di un manometro che consente di controllare la pressione dell’esercizio. Qualora si alzasse di molto significa che va pulito il filtro in quanto è segno che si sta sporcando.

Ogni 15 giorni di piena attività della piscina è necessario un contro lavaggio per ripulire il filtro che può diventare eccessivamente sporco.

Contro-lavaggio del filtro

Quest’operazione consente, mediante la valvola selettrice, di invertire il flusso dell’acqua all’interno del filtro stesso, permettendo quindi la rimozione dei detriti e delle particelle arrestate in precedenza: l’acqua attraversa la sabbia in senso inverso, ossia dal basso verso l’alto, per poi essere gettate fuori dalla vasca.

Per compiere tale operazione è utilizzabile la manopola multivie che consente di svolgere oltre al contro lavaggio anche le operazioni di svuotamento e risciacquo, utile soprattutto quando si deve sostituire la sabbia.

Manutenzione dell’impianto di filtrazione

Oltre alle operazioni di contro-lavaggio effettuate ogni due settimane, è bene, ad inizio ed a fine stagione compiere dei controlli più specifici e accurati.

A fine stagione, quando si vuole richiudere la piscina a causa dell’arrivo della stagione autunnale e invernale, a seguito di un ciclo di contro-lavaggio ben effettuato, si dovrà aprire il filtro e inizialmente verificare lo stato della sabbia: dovrà essere sciolta, senza la presenza di grossi granuli dovuti alle incrostazioni calcaree che, in alcuni casi, possono anche provocare dei veri e propri “sassi”. Se così fosse, bisogna asportare gli agglomerati più grossi e procedere ad una pulizia della sabbia grazie ad un prodotto disincrostante. Si lascia agire tutta la notte e il giorno successivo si procederà ad un contro-lavaggio più approfondito. Successivamente, qualora la sabbia sia scesa di livello si aggiunge quella che manca, si svuota dall’acqua restante e si lascerà riposare per tutta la stagione invernale.

A inizio stagione, invece, quando si procede all’avvio della piscina, laddove non sia stata eseguita l’operazione precedentemente descritta, andrà fatta adesso per evitare la presenza di microorganismi e per garantire una disinfezione della piscina.

Vantaggi e svantaggi della filtrazione a sabbia

La filtrazione a sabbia è una tecnica di filtrazione ormai classica e consolidata. Ha un ottimo rapporto qualità-prezzo, è affidabile e ha possibilità di raggiungere un’alta percentuale di rimozione di detriti. La sabbia, se effettuate periodicamente tutte le operazioni di pulizia e manutenzione e se curato il filtro, ha una durata longeva.

Tra gli svantaggi troviamo la sua grandezza, in quanto bisogna avere uno spazio adatto per poterla posizionare, e la sua manutenzione: bisogna prestargli la giusta attenzione a causa della sua manutenzione non semplicissima.

 

 

Conclusioni

È bene sottolineare che la filtrazione meccanica svolge più della metà del lavoro di depurazione di una piscina, il restante lavoro è svolto dai prodotti chimici. Pertanto, è facile comprendere quanto sia fondamentale una buona filtrazione.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre