Chiusura della piscina: quali sono i passaggi da compiere?

Ecco una guida per la manutenzione invernale della piscina e per una chiusura con i prodotti più adatti.

SCOPRI I NOSTRI KIT CHIUSURA PISCINA

“Coprire la piscina o lasciarla scoperta? Svuotarla o lasciarla piena? Come eseguire le operazioni di invernaggio?”: sono solo alcune delle molteplici domande che riempiono la testa di chiunque possieda una piscina nel passaggio dall’uso frequente estivo alla chiusura per il periodo autunnale-invernale. Noi cercheremo di darti delle risposte e affiancarti nel processo di pulizia a fine stagione.

Dopo un’estate di divertimento e relax, ma soprattutto un uso frequente della piscina, è bene preoccuparsi della chiusura della piscina fuori terra o interrata, utilizzando i prodotti chimici più adatti ed eseguendo alcuni semplici passaggi e accortezze che possono aiutarti ad avere una piscina curata anche nel lungo periodo di inattività. 

In linea di principio, per una buona manutenzione e un trattamento invernale della piscina è necessario partire dalla regolazione dei valori fondamentali dell’acqua: pH e cloro. Inizia regolando il pH e procedendo successivamente alla clorazione shock.

Prima di iniziare qualsiasi trattamento per la stagione invernale è bene però considerare due fattori essenziali:

I.                 L’acqua deve essere pulita: non ci devono essere né alghe, né sporcizia di altro genere (fango, polvere, foglie etc…)

II.               Il livello di Ph deve essere compreso tra 7.0 e 7.6. Nel caso della pulizia a fine stagione il valore ottimale di disinfezione è 7.2, in quanto il cloro tenderà a far salire il suddetto valore e a farlo rientrare comunque nel range di 7.0 e 7.6.

SCOPRI I NOSTRI KIT PER LA CORRETTA CHIUSURA DELLA PISCINA

Per tutta la durata della stagione invernale, quindi da Ottobre fino a Marzo/Aprile circa, c’è bisogno dell’impiego di un prodotto chimico specifico definito svernante o invernante. Esso va utilizzato con il gruppo filtrante in funzione per circa 8-10 ore e deve essere impiegato ogni tre mesi circa, quindi 1-2 volte durante il periodo freddo.

Questi prodotti raggiungono la loro maggior efficacia con temperature sotto i 20°, proprio per questa ragione è sconsigliato pensare di chiudere la piscina quando fa caldo, o durante la stagione estiva.

Molto importante per chi abita in zone soggette a gelate è l’uso di galleggianti (naturalmente il numero varia al variare della grandezza della piscina). Questi accessori, collegati l’un l’altro, si muovono in maniera costante aiutando a prevenire la formazione del ghiaccio sulla superficie della piscina per tutto l’inverno.

ECCO GLI 8 PASSAGGI PER UNA CORRETTA CHIUSURA DELLA PISCINA:

Fatta questa premessa generica, di seguito riportiamo i passi fondamentali per una corretta chiusura della piscina e per facilitarvi e assistervi durante questa fase.

1.     Prima di tutto controlla che l’acqua sia pulita e, quindi, limpida. In caso contrario procedi ad una pulizia completa (con un robot piscina), sia sul fondo che sulla linea di galleggiamento con un retino per eliminare foglie e detriti superficiali.

2.     Effettua un controlavaggio del filtro a sabbia e sostituisci la sabbia, se esaurita o non buona.

3.     Pulisci a fondo i cestelli degli skimmer o le retine agli imbocchi delle canaline di sfioro.

4.     Pulisci il cestello del prefiltro della pompa.

Una volta compiute questi passaggi di pulizia generica possiamo passare a fasi più specifiche:

5.     Controlla e regola i valori del pH e del cloro aiutandoti con i tester. (pH tra 7.0 e 7.2, ovvero il valore della disinfezione, in quanto col cloro tenderà sicuramente a salire, e il cloro tra 0.6 e 1.5 ppm).

6.     Con la pompa in funzione (valvola multivie posizionata su “Ricircolo” -> metodo con cui l’acqua viene ricircolata senza passare direttamente dal filtro), immetti in vasca i prodotti chimici necessari:

-        Regolatore di pH per ristabilire i valori ottimali.

-        Clorazione shock con dicloro

-        Una dose di prodotto svernante

7.     Lascia circolare l’acqua per alcune ore in modo tale da ottenere una distribuzione omogenea.

8.     Infine, copri la piscina con un telo adatto in modo tale da evitare la caduta di detriti, polvere o foglie durante il periodo di inattività.

Il trattamento andrebbe ripetuto almeno una seconda volta durante la stagione invernale.

ECCO I KIT PER CHIUDERE LA TUA PISCINA PRIMA DELL'INVERNO

E’ IMPORTANTE METTERE UNA COPERTURA ALLA PISCINA?

La risposta è sì. Coprire la piscina con un telo adatto alla dimensione e al modello è fondamentale al fine di proteggere la stessa piscina dalla luce solare e quindi dalla formazione di microrganismi, alghe, batteri, ma non solo… esso mantiene naturalmente l’acqua pulita da foglie, polvere e sporcizia in genere, tenendola pulita e igienica. Molto spesso si affianca l’uso di una pompa svuota teloni per copertura piscina: utile per evitare la formazione di acqua sul telone che rischia di far pressione sulla piscina stessa.

PISCINA COPERTA O SCOPERTA?

Qualora decidessi di lasciare la piscina scoperta, è fondamentale continuare tutti i procedimenti messi in atto durante la stagione estiva: antialghe, pH, cloro, mantenendo attivo l’impianto di filtrazione. Inoltre, è assolutamente necessario inserire un prodotto antigelo e munirsi di retini e tanta pazienza contro le foglie che saranno costantemente presente nella tua vasca.

Il costo di quest’operazione è piuttosto alto, a partire dal consumo dei prodotti chimici a quello di energia, senza tralasciare il tempo da spendere in queste operazioni. È inoltre molto sconsigliato lasciare la piscina scoperta per tutta la stagione invernale.

Il nostro consiglio è sicuramente quello di coprire la piscina. Così facendo indubbiamente manterrai una piscina pulita e curata e più facilmente usufruibile al momento della riapertura, oltre che meno dispendiosa dal punto di vista economico e sarà più facile riaprirla all’arrivo della nuova stagione primaverile-estiva. Anche se apparentemente l’acquisto di una copertura inizialmente ha un costo molto elevato, distribuendolo sugli anni di utilizzo della piscina potrai notare che il risparmio è davvero consistente, oltre ad avere una piscina sicura e protetta nel tempo.

 

Concludendo, come avrai notato non ti porterà a nulla di buono non prestare la giusta cura alla tua piscina prima della chiusura invernale. Magari sul momento ti occuperà un po' di tempo ma senza ombra di dubbio ti ritroverai alla prossima stagione con una piscina come nuova e in condizioni ottimali.

Ricorda che durante l’estate passi molto tempo in piscina e deve essere un luogo sicuro per la tua salute e quella della tua famiglia, soprattutto se hai bambini che giocano spesso lì.

Una piscina curata e sicura è sinonimo di benessere e relax, in qualsiasi periodo dell’anno.

ACQUISTA IL KIT PER LA CHIUSURA DELLA PISCINA

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre